Nonostante la sua posizione, l’Islanda è più solare che polare. Ciò è dovuto agli effetti della Corrente del Golfo che fornisce un clima temperato tutto l’anno. Tuttavia occorre fare attenzione perchè il clima islandese è alquanto volubile.

La Corrente del Golfo porta aria mite dell’Atlantico che si scontra con l’aria artica più fredda, causando frequenti e improvvisi cambiamenti climatici. Gli islandesi dicono spesso: “Se non ti piace il tempo, aspetta solo 15 minuti e avrai qualcosa di diverso”.

L’Islanda non ha una stagione delle piogge, ma picchi di precipitazione da ottobre a febbraio, con le regioni meridionali e occidentali maggiormente colpite. Il nord, l’est e l’interno hanno temperature invernali più rigide ma estati più calde e meno neve e pioggia.

L’elemento più influente in Islanda è il vento. Pensate che la lingua islandese include 156 parole che descrivono il vento!

Stagioni e temperature

Sebbene l’Islanda si trovi appena a sud del circolo polare artico, ha quattro stagioni distinte che offrono infinite avventure.

Inverno

Gli inverni sono straordinariamente miti con la temperatura media di gennaio a Reykjavik (-0,5 °C) simile a quella di New York o Amburgo. Non è raro vedere la neve in ottobre o aprile, ma raramente rimane a terra per più di qualche giorno.

La vita all’aria aperta non si interrompe affatto durante l’inverno, periodo in cui le passeggiate a cavallo, il nuoto all’aperto e le avventure sulla neve assumono un ulteriore plus sotto la scintillante aurora boreale.

Primavera

La primavera arriva ad aprile quando le temperature iniziano a scaldarsi e la natura si risveglia dal suo riposo invernale con germogli di erba verde e fiori. Aprile e maggio rappresentano la stagione primaverile “di punta” per i viaggiatori scaltri che cercano un affare dal punto di vista economico prima dell’arrivo dei turisti estivi.

La pesca, l’avvistamento delle balene e la stagione del golf iniziano e gli uccelli migratori iniziano a fare ritorno. Sulle pendici delle montagne l’ultima neve si scioglie e il fresco profumo della primavera riempie l’aria.

Estate

A giugno l’estate prende il sopravvento sulla primavera, i prati diventano verdi e cavalli e pecore vengono liberati per vagabondare nella campagna. Le estati in Islanda possono essere piacevolmente calde e offrono il plus del magnifico sole di mezzanotte che regala 24 ore di luce. È l’apice della stagione turistica con la maggior parte degli alberghi e delle guest house che operano al massimo della capacità.

Autunno

Settembre e ottobre portano temperature più fresche e l’inizio della stagione dell’aurora boreale, mentre il numero di ore diurne è ancora abbondante. Il calendario culturale si arricchisce di festival cinematografici, artistici e musicali.

Le attività di avventura sono in pieno svolgimento ed è un ottimo momento per approfittare delle offerte di viaggio. La stagione regala meravigliosi “vestiti” di muschio che cresce su antiche formazioni di lava, dando ai siti naturali un tocco in più nei colori autunnali.