Fly and drive: Tour Completo

Tour d’Islanda viaggio completo fly e drive Islanda tour in fly & drive: Snaefellsnes, Isafjordur, Akureyri, lago Myvatn, Husavik, Hofn, Vik, Hella, Circolo d’oro. Il miglior modo per visitare l’Islanda senza dubbio, perché questa metodologia di viaggio consente sia di entrare maggiormente in contatto con gli abitanti di questa affascinante isola, sia lascia la possibilità di decidere tempistiche ed itinerario.

Fly and drive: Tour Completo

ITINERARIO:

1° GIORNO: Arrivo a Keflavik – Vogar
Arrivo all’aeroporto internazionale di Keflavik. Ritiro dell’auto a noleggio presso l’aeroporto e trasferimento a Vogar. Sistemazione e pernottamento all’hotel Vogar.

2° GIORNO:Vogar – Penisola di Reykjanes – Grundarfjordur
Colazione. In mattinata partenza alla scoperta della Penisola di Reykjanes. Nonostante sia la zona geologicamente più giovane di tutta l’Islanda, è stata riconosciuta dall’Unesco come Global Geopark per la concentrazione di importanti fenomeno geologici, bellezze naturalistiche e paesaggi incredibili: dai siti geotermali alle scenografiche scogliere, fino a raggiungere il famoso “ponte tra i continenti” che connette le due placche tettoniche di America ed Eurasia. In particolare, si consiglia la località di Krysuvik, un’area geotermale con sorgenti solforose, dove sono state costruite caratteristiche passerelle di legno, appositamente per i visitatori. Visita delle scogliere di Grindavik e dei fanghi ribollenti di Gunnuhver. Una sosta alla famosa Laguna Blu, la spa creata all’interno di un campo lavico, è l’occasione ideale per terminare la giornata con un bagno rilassante nelle acque termali, le quali si originano a 2000 metri sotto terra e quando arrivano in superficie hanno una temperatura di 37-40 °C. Partenza verso il nord e trasferimento a Grundarfjordur.. Pernottamento all’Hostel Grundafjordur.

3° GIORNO:Penisola di Snaefellsnes
Giornata dedicata alla visita della Penisola di Snaefellsnes, alla scoperta dei luoghi che ispirarono Jules Verne nella scrittura del celebre “Viaggio al centro della terra”. Si consiglia una visita allo scenografico monte Kirkjufell, con la cascata di Kirkjufellsfoss sullo sfondo, e di Ólafsvík. Percorrendo la strada tra Rif e Hellisandur si incontrerà la caratteristica chiesa di Ingjaldshóll. Proseguendo in direzione sud la spiaggia nera di Djupalonssandur vi affascinerà per le sue spettacolari formazioni rocciose. Se il tempo lo permetterà, sarà possibile prendere parte all’escursione guidata (non inclusa nella quota) della cava Vatnshellir, un tunnel di lava che si è originato 8000 anni. L’itinerario costiero che collega Hellnar ad Arnastapi offre una vista panoramica molto suggestiva sulla varietà naturalistica della penisola: scogliere frastagliate, campi di lava e grotte erose dagli agenti atmosferici. Partendo da Arnastapi sarà possibile visitare il Parco Nazionale di Snaefellsjökull e prenotare escursioni in motoslitta sul ghiacciaio (su richiesta, non incluse nella quota). Arnastapi è particolarmente nota per le sue spettacolari colonne di basalto e il caratteristico arco di Gatklettur. Meritano sicuramente una visita la chiesa nera di Budir, la fessura di Raudfelsgja, il cratere di Vatnsborg e la spiaggia nera di Djupalonssandur. Rientrando a Grundarfjordur si avrà modo di visitare il caratteristico villaggio di Stykkisholmur, dove è stato ambientato il film “Le avventure di Walter Mitty” con Ben Stiller. Pernottamento all’Hostel Grundafjordur.

4° GIORNO: Grundarfjordur – Westfjords – Patreksfjordur
Nella prima mattinata trasferimento a Stykkisholmur e imbarco sul traghetto diretto nella regione degli Westfjords, i Fiordi Occidentali, la meno conosciuta dell’intera isola, dove scoprire l’essenza islandese: profondi fiordi e coste frastagliate, ripide montagne e caratteristici villaggi di pescatori che conservano ancora uno stile di vita molto tradizionale. Questo itinerario è pensato per avere tutto il tempo a disposizione per visitare la regione con la calma e l’attenzione che merita, essendo articolato con più pernottamenti. Attraversando la baia di Breidafjordur, si arriverà a Brjanslaekur. Proseguendo verso ovest si incontrerà a Raudasandur, la spiaggia dove il colore dal rosso al rosa della sabbia si contrappone all’azzurro delle acque, e Latrabjarg, una delle più importanti scogliere d’Islanda, abitata dalla pulcinella di mare e uccelli marini. Arrivo a Patreksfjordur e pernottamento alla Hnjotur Guesthouse.

5° GIORNO: Patreksfjordur – Isafjordur
Colazione. Il viaggio prosegue in direzione di Isafjordur. Da non perdere è la cascata di Dynjandi, un’imponente getto d’acqua inserito in un paesaggio estremamente suggestivo. Lungo il tragitto si consiglia una sosta per ammirare i paesaggi offerti da Thingeyri, fino ad arrivare al tunnel che conduce a Flateyri, il piccolo paesino caratteristico che una volta era una base di supporto per le baleniere norvegesi. Arrivo a Isafjordur, la capitale della regione dei Fiordi Occidentali, incastonata tra le coste frastagliate e le montagne scoscese. Pernottamento all’Hotel Isafjordur.

6° GIORNO:Isafjordur – Nordurfjordur
Partenza in direzione di Nordurfjordur percorrendo la strada dei fiordi fino a giungere nella parte est della regione. La zona di Nordurfjordur è veramente particolare. Proseguendo in direzione nord potrete giungere fino a Krossnes dove poter fare un bagno nella locale piscina affacciata sul fiordo e andare alla scoperta di un territorio fuori da ogni percorso turistico di massa. Pernottamento all’Urdartindur Guesthouse.

7° GIORNO: Nordurfjordur – Hofsos
Giornata di viaggio verso il nord dell’Islanda, l’area meno battuta dal turismo di massa e ricca di attrazioni naturalistiche. Si consiglia di percorrere la scenografica strada costiera numero 643 fino al villaggio di pescatori di Holmavik e a Bordeyri, il comune più piccolo d’Islanda. A Hvammstangi sarà possibile scoprire la colonia di foche che abita la zona. Poco distante si trova il canyon di Kolugljufur con una spettacolare cascata. Arrivati a Blonduos si rimarrà affascinati dalla chiesa di Blonduoskirkja, costruita dall’architetto Dr. Maggi Jónsson ispirandosi alla forma del paesaggio e delle montagne circostanti. Se desiderate effettuare del trekking vi consigliamo di percorrere il sentiero che porta fino alla cima del monte Tindastoll, il luogo ideale per godere di una spettacolare vista panoramica su tutto il fiordo di Skagafjordur. Arrivo a Hofsos, il pittoresco villaggio di pescatori dove si potrà godere di un bagno termale rilassante nelle sue piscine. Esse sono famosissime in l’Islanda per la vista mozzafiato che si gode sul fiordo e sulle isole vicine. Pernottamento alla Sunnuberg Guesthouse.

8°GIORNO: Hofsos – Myvatn
Colazione. Partenza in direzione del lago Myvatn. Si potrà scegliere di percorrere due strade: una più diretta e veloce sulla N1, una più lunga, tortuosa e spettacolare sulla strada costiera con possibilità di sosta ai villaggi di Olafsfjordur e Siglufjordur. Inoltre da Dalvik sarà possibile prenotare il whale whatching alla scoperta delle balene (non incluso nella quota, su richiesta). Durante il tragitto si potrà visitare la vivace città di Akureyri, la seconda per grandezza in Islanda, per poi raggiungere la scenografica e impressionante cascata di Godafoss, detta la “cascata degli dei”, la quale si getta in un campo di lava. Arrivo a Myvatn. Pernottamento alla Vogahraun Guesthouse.

9° GIORNO: Myvatn
Colazione. L’intera giornata di oggi sarà dedicata alla visita del lago Myvatn e dei dintorni, dove si potrà scegliere in completa libertà il proprio itinerario. Le opportunità sono innumerevoli: visitare l’area geotermale di Hverir, con le sue colate sulfuree e le pozze di fango ribollenti, arrivare fino al bordo del vulcano Krafla e fare una visita guidata della vicina centrale termica, percorrere il perimetro del lago Myvatn alla guida del vostro veicolo oppure noleggiando una mountain bike, scalare la vetta del vulcano Hverfjall e visitare le formazioni laviche di Dimmuborgir, infine immergersi nella calda piscina naturale dei Myvatn Nature Baths. Sarà possibile prenotare una visita al cratere di Askja (non incluso nella quota. Essendo una escursione che copre l’intera giornata, il tour completo del lago sarà diviso nel giorno precedente e in quello successivo)Pernottamento alla Vogahraun Guesthouse.

10° GIORNO: Myvatn – Borgafjordur Eystri
Colazione. Nella giornata odierna si potrà decidere se salire a nord verso Husavik per l’avvistamento delle balene o partire direttamente verso Borgafjordur Eystri. Il viaggio prevede una percorrenza chilometrica notevole, che sarà però ripagata dal meraviglioso panorama paesaggistico. Se siete interessati al whale watching, vi consigliamo di arrivare a Husavik al mattino molto presto. La durata del whale watching è di minimo 3 ore circa (non incluso nella quota). Per coloro che hanno noleggiato un 4×4, consigliamo di estendere la visita fino al canyon di Asbyrgi per poi raggiungere la potente cascata di Dettifoss percorrendo la strada 862. Per coloro che non hanno noleggiato un’auto adatta a transitare su strade sterrate consigliamo di tornare al lago Myvatn per poi proseguire in direzione dei fiordi orientali visitando Dettifoss lungo il percorso. Si raccomanda di tenere sempre sotto controllo lo stato delle strade prima di percorrerle, soprattutto se si tratta di quelle di categoria F, percorribili solo con jeep 4×4.. Arrivo a Borgafjordur Eystri e pernottamento alla Blabjorg Guesthouse.

11° GIORNO:Borgafjordur Eystri – Jokulsarlon
Colazione. In mattinata a Borgafjordur Eystri si potranno effettuare escursioni trekking, escursioni guidate e tour in mountain bike su richiesta (non incluso nella quota). Partenza in direzione dei fiordi dell’est. Il tragitto odierno, lungo la strada costiera, offrirà una vista panoramica mozzafiato. Qualche deviazione dalla strada principale verso i principali fiordi è il modo ideale per visitare i caratteristici villaggi, le fattorie, le ripide montagne e la costa frastagliata. Si consiglia la visita di Seydisfjordur, Egilsstadir, e del pittoresco villaggio di Eskifjordur. Con una piccola deviazione dalla strada principale, camminando per circa un’ora, si avrà l’occasione di scoprire la maestosa cascata di Hengifoss, la seconda più alta in Islanda, circondata da rocce di differenti colori. In alternativa si potrà raggiungere la cascata minore di Litlanesfoss. Si consiglia una sosta fotografica per una passeggiata sulla maestosa spiaggia di Stokksnes. Se il tempo (meteorologico e non) ve lo consentirà consigliamo una sosta finale alla poco conosciuta laguna glaciale di Hoffell. Arrivo a Jokulsarlon e pernottamento alla Gerdi Guesthouse.

12° GIORNO: Jokulsarlon – Vik
Colazione. In mattinata meritano una visita le più importanti lagune glaciali dell’Islanda meridionale: Jokulsarlon, abitata da una rara specie di foca e la vicina Fjallsarlon. Entrambe sono caratterizzate dagli iceberg galleggianti di varie dimensioni che si sono staccati dal ghiacciaio principale. A seguire visita della lingua di ghiaccio di Svínafellsjokull, il cui spettacolare colore blu è dato dalla purezza delle sue acque. Si procede in direzione del Parco Nazionale di Skaftafell, il quale rappresenta il luogo ideale per intraprendere una passeggiata fino a scoprire la cascata di Svartifoss, circondata da colonne di basalto nero. Sosta al canyon di Fjadrargljufur, nei pressi del villaggio di Kirkjubæjarklaustur e scavato in profondità dal fiume Fjadrá. Prima di dirigersi a Vik sarà possibile raggiungere le scogliere rocciose di Dyrholaey, dove nidificano i puffin, la nota pulcinella di mare, e il famoso arco di Dyrholaey. Poco distante è la spettacolare spiaggia nera di Reynisfjara, con le colonne di basalto. Trasferimento a Vik per la visita del caratteristico villaggio affacciato sull’omonima baia e costruito ai piedi del monte Reynisfjall. Molto particolare è il Reynisdragar, un insieme di faraglioni di basalto che emerge dal mare. Pernottamento alla Steig Guesthouse.

13° GIORNO: Vik – Reykjavik
Colazione. Partenza verso ovest. Durante il tragitto, lungo la
strada principale si possono visitare numerose cascate: la potente Skogafoss, la scenografica Gljufrafoss e l’incantata Seljalandfoss, dove è possibile percorrere un piccolo sentiero per raggiungere il retro del getto d’acqua. Arrivo a Reykjavik, dove si avrà tempo libero a disposizione per la visita della capitale. Tra le maggiori attrazioni troviamo la cattedrale di Hallgrimskirkja, il lago di Tjornin, l’Harpa music hall, piazza Austurvollur, il parlamento e i tanti musei d’arte moderna e contemporanea (entrata nei musei non inclusa nel prezzo). Di particolare interesse è senza dubbio la via centrale di Reykjavik, ossia Laugavegur, la quale offre ai visitatori tantissimi negozi e locali tutti da visitare. Reykjavik è una città estremamente giovane, con edifici coloratissimi e una vivace vita notturna. Pernottamento all’Island Hotel.

14° GIORNO: Reykjavik – Circolo d’oro – Reykjavik
Colazione. La giornata odierna sarà dedicata alla visita del Circolo d’Oro, l’area maggiormente conosciuta di tutta l’Islanda. La prima tappa è il Parco Nazionale di Thingveillir, la sede del parlamento più antico al mondo, dove sarà possibile vedere con i propri occhi la fessura della crosta terrestre originata dall’allontanamento della zolla americana da quella europea, lungo la dorsale medio atlantica che attraversa l’isola, a testimonianza degli effetti della forza dirompente della natura. La giornata prosegue con Geysir, la sorgente calda che ha dato nome a tutti i geyser del mondo. Il più potente nella zona è Stokkur, la cui eruzione è davvero impressionante. Infine Gullfoss, ossia la cascata d’oro, è costituita da un doppio salto delle acque del fiume Hvita. Nelle giornate di sole sarà possibile osservare bellissimi arcobaleni che la sovrastano. Se interessati a qualche attività particolare consigliamo di concentrarsi sulla Silfra Fissure, una parte della faglia di Thingvellir, dove è possibile effettuare diving e snorkeling (su richiesta, non incluso nella quota) nelle sue acque incredibilmente pure e trasparenti. Sarà inoltre possibile prenotare l’ingresso alla Secret Lagoon di Fludir (su richiesta, non incluso nella quota), la piscina geotermale più antica d’Islanda, meno conosciuta della più famosa Laguna Blu, e dove la temperatura delle acque oscilla tra i 38 e i 40 °C. Rientro a Reykjavik. Pernottamento all’Island Hotel.

15° GIORNO: Reykjavik- Keflavik – rientro
Colazione. In mattinata trasferimento all’aeroporto di Keflavik, rilascio dell’auto a noleggio e imbarco sul volo di ritorno

Partenze a date fisse estate 2018: ogni sabato dal 23 giugno al 1 settembre.

Quota di partecipazione per persona da Ottobre 2017 ad Aprile 2018 (escluso Natale e Capodanno):
Base 2 partecipanti a partire da € 1540
Da 3 partecipanti quotazione su misura (in base al numero di partecipanti e categoria auto richiesta/adeguata)

Quota di partecipazione per persona a Maggio 2018 e a Settembre 2018:
Base 2 partecipanti a partire da € 1760
Da 3 partecipanti quotazione su misura (in base al numero di partecipanti e categoria auto richiesta/adeguata)

Quota di partecipazione per persona da Giugno 2018 ad Agosto 2018:
Base 2 partecipanti a partire da € 1990
Da 3 partecipanti quotazione su misura (in base al numero di partecipanti e categoria auto richiesta/adeguata)

PARTENZE INDIVIDUALI: Possiamo organizzare partenze individuali, con data di partenza personalizzata durante tutto l’anno, con l’uso di ostelli, guesthouse, appartamenti, hotel e campeggi.

LA QUOTA COMPRENDE:
• Pernottamento per 14 notti in camera doppia con bagno in comune;
• Trattamento di pernottamento e prima colazione tranne nei giorni 3, 4 e 7 dove la colazione sarà libera
• Noleggio di un auto per 14 giorni con chilometraggio illimitato;
• Assicurazione CDW e per danni contro terzi;
• Traghetto da Stykkisholmur ai Westfjords

LA QUOTA NON COMPRENDE:
• Volo a/r dall’Italia e tasse aeroportuali;
• Pranzi,cene,tutte le bevande,escursioni e visite guidate;
• Supplemento singola;
• Supp. camera con bagno privato a partire da € 200 p.p;
• Supplemento auto categoria superiore;
• Carburante, assicurazioni aggiuntive e gps;
• Guidatore aggiuntivo;
• Assicurazione medico – bagaglio € 20 per persona;
• Assicurazione facoltativa annullamento;
• Mance, le spese di carattere personale e tutto quanto non espressamente incluso nel prezzo.

ATTIVITÀ AGGIUNTIVE:
A questo itinerario è possibile aggiungere le seguenti attività aggiuntive (a prenotare prima della partenza):

– Diving nella Silfra Fissure
– Entrata alla Blue Lagoon
– Entrata alla Laguna Blu di Myvatn
– Entrata alla Secret Lagoon di Fludir
– Escursione a cavallo a Reykjavik,
– Escursione alla Grotta Blu nel ghiacciaio di Vatnajökull
– Escursione alle isole Vestmannayar
– Escursione in motoslitta sul ghiacciaio Vatnajökull o sul ghiacciao Langjökull
– Escursione in 4×4 a Thorsmork
– Escursione in 4×4 sulla spiaggia nera di Thykkvibaer (non raggiungibile con altro mezzo)
– Escursione in 4×4 tra i crateri di Laki
– Escursione sul ghiacciaio di Sòlheimajokull
– Escursioni in trattore alla spiaggia nera di Hofn
– Ice Cave, la grotta nel ghiacciaio di Langjokull
– Kayak a Isafjordur o Seydisfjordur
– Rafting a Reykholt
– Snorkeling nella Silfra Fissure
– Tour giornaliero in 4×4 nel Landmannalaugar
– Visita al cratere di Askja
– Visita di Fjallsarlon su gommone Zodiac
– Visita di Jokulsarlon con l’utilizzo di un mezzo anfibio
– Visita di Jokulsarlon su gommone Zodiac
– Visita guidata di Reykjavik, (anche in bicicletta)
– Whale Watching a Husavik, Dalvik, Hjalteyri, Akureyri, Olafsvik (Snaefellsnes), Reykjavik

Scheda tecnica

CAMBIO APPLICATO: 1 euro = 120 corone islandesi (ISK)

Documenti necessari per il fly and drive in Islanda: documenti di identità valido, patente italiana e carta di credito con numeri in rilievo.
L’assicurazione CDW non copre i danni all’auto causati da guida:
– su fiumi o altri tipi di specchi d’acqua
– durante una caduta rocce,
– scorretta su sterrato
– durante una tempesta di sabbia
Una condizione comune a tutte le assicurazioni islandesi è che l’autista è sempre diretto responsabile per i casi di cui sopra.
L’assicurazione non ha validità nel caso in cui il guidatore venga trovato sotto effetto di alcol o stupefacenti, oppure nel caso in cui il danno derivi da una non osservanza del codice della strada.

Consigliamo di equipaggiarsi con scarpe da trekking, una buona giacca impermeabile nonché con vestiti caldi e comodi adatti a stare all’aperto. Vista la variabilità del clima è importante vestirsi a strati.

Possibilità di estensione del programma per la visita della riserva naturale di Hornstrandir, il paradiso degli escursionisti e specializzata nel mantenimento di specie protette di avifauna. La zona più settentrionale degli Westfjords è quella che presenta la maggior difficoltà di accesso per lo scarso collegamento alla strada principale. Si rende quindi necessario almeno un pernottamento all’interno della riserva.